Contattici
LEO

Numero di telefono : 13486085502

“Tempo della gelata: ” Quanto tempo possono le catene di fornitura di Data Center dare?

December 30, 2020

Un centro dati tipico può sostenersi e rispondere i suoi obiettivi del livello di servizio senza manutenzione regolare per un mese, forse due, secondo gli esperti. Sebbene i primi segnali di pericolo circa la pandemia imminente del coronavirus vengano all'inizio di gennaio, per Nord America ed Europa, coronavirus sia stata un evento per più che due mesi. Finora, gli operatori di centro dati intorno al mondo sembrano rispondere giustamente alla sfida: regolando gli spostamenti, handoff di minimizzazione e contatto interpersonale, prendendo le precauzioni per pulire e sterilizzare le facilità e commutando ai programmi di manutenzione solo essenziale.

I centri dati, come qualunque altra infrastruttura complessa, dipendono dalle forti catene di fornitura. I guasti di attrezzatura – inevitabili anche nei periodi normali – sono tollerati attraverso ridondanza prevista e supply chain management personale.

Il coronavirus novello ha urtato già negativamente le catene di fornitura, con la sospensione di fabbricazione in Asia e dell'assemblea e della distribuzione universalmente. Per esempio, Clint, uno dei produttori principali del mondo delle unità più fredde liquide e delle componenti di HVAC, produce la maggior parte delle sue componenti in piante in tutto l'Italia.

Gli operatori di centro dati ancora non hanno percepito gli effetti di più vasta scossa pandemica del rifornimento. (Nel frattempo, alcuni dei loro più grandi utenti hanno riferito i termini d'esecuzione notevolmente ampliati per attrezzatura elettronica che riempiono i centri dati.) Se il mondo fosse di emergere dal suo stato del lockdown economico presto, in teoria, i fornitori potrebbero arrampicarsi la produzione a tempo indirizzare le scosse della domanda che si pensano che seguissero una scossa del rifornimento di questa grandezza.

Mentre potremmo vedere una manciata di più piccoli stati USA riaprire ad un certo grado a maggio, gli esperti attualmente proiettano che altri non potrebbero fare fino la fine di giugno o luglio lo stessi. Ma anche quel palo può spostarsi. È ancora poco chiaro quando provare a virus e ad anticorpi possono essere riportate in scala ai livelli adeguati (uno dei presupposti chiave per riapertura). Un vaccino sembra essere più di un anno fuori. Nel frattempo, il numero dei casi confermati COVID-19 negli Stati Uniti continua aumentare.

Sei mesi

Possono i centri dati dare finché la prova del coronavirus non diventi ordinaria?

Anche i verticali rischio-più avversi di affari (almeno quando ottiene alla loro infrastruttura), quali i servizi finanziari, hanno delocalizzato i centri dati, andanti dall'infrastruttura altamente errore-tollerante e robusta «ad un livello più basso di ridondanza in termini di piattaforma,» Ed Ansett, presidente delle soluzioni di consulenza di ingegneria del centro dati i3, ci ha detto.

«Quale è benissimo, finchè, uno, ha la gente là con le abilità per eseguire il sistema – e c'è una grande domanda là in termini di impatto che il virus avrà – e, due, la disponibilità dei pezzi di ricambio per riparare la roba quando va male.»

Tutto ritorna a quanto tempo la pandemia durerà. Un calendario di sei mesi potrebbe essere sostenibile e ricuperabile, ha detto. L'industria potrebbe trovare la resilienza che avrebbe dovuto riprendersi. Ma se fosse di continuare per molto più tempo, «poi stiamo andando vedere gli incubi,» Ansett ha detto. «A causa della natura altamente interdipendente della rete, le conseguenze non intenzionali, non conosciamo appena che cosa stanno andando essere.»

Gli operatori di centro dati, particolarmente fornitori di servizio commerciali, tengono gli inventari di pezzi di ricambio a disposizione. La grande domanda è se potranno riempire quegli inventari poichè ottengono bassi.

«Naturalmente, abbiamo pezzi di ricambio critici sul sito, sempre,» Bob Woolley, VP senior delle operazioni per i centri dati globali del NTT, ha detto. «Abbiamo provato ad immagazzinare su su alcuni oggetti extra, ma c'è soltanto così tanto voi può fare in un breve periodo di tempo.»

Il NTT, come altri operatori di centro dati, ha tipicamente rifornimenti a disposizione in ogni funzione affinchè i lavoratori ripari sul posto, ma quello è per le emergenze a breve termine, quali gli uragani ed i terremoti, Woolley ha detto il DCK. Per il lungo termine, i responsabili del centro dati stanno mettendo a fuoco su un calendario di sei mesi (che, si è applicato da febbraio, provocherebbe una data della soglia prima o poi a luglio o all'inizio d'agosto).

Si abituano a sospendere la manutenzione per un mese, forse due, includente in risposta alle richieste esplicite del cliente per dilazione. Ma a sei mesi, i livelli di rischio cominciano essere misurabili dai prestatori, dagli assicuratori e da altre istituzioni che li sottoscrivono. Prima di troppo lungo, il livello di rischio ha potuto diventare inaccettabile.

«Abbiamo il lusso di avere ingegneri dell'affidabilità che lavorano al NTT e li abbiamo che fanno le valutazioni del rischio intorno al rinvio di manutenzione, di modo che stiamo valutando continuamente che cosa il livello di rischio è,» Woolley abbiamo detto. «Allo stesso tempo, ri-stiamo manipolando continuamente il nostro programma di manutenzione con anticipazione che riprenderemo l'attività in mese o due mesi.»

Ma questo gioco di destrezza non sarebbe sostenibile per più lungamente di sei mesi, a cui il punto che riprende le operazioni normali sarebbe diventato difficile, ha avvertito. Se sei mesi della stasi di manutenzione fossero sollevati, costruire i gruppi che giocano il recupero per portare i loro livelli di servizio di nuovo al termine nominale notevolmente sforzerebbe la catena di fornitura. I gruppi sarebbero backlogged con fino a cinque volte i loro carichi di lavoro normali. Il NTT vorrebbe le parti di ricambio — a qualsiasi prezzo — ed in modo da tutti gli altri. La punta nella richiesta fisserebbe i programmi di manutenzione indietro ancora ulteriori.

Non tutti gli operatori hanno commutato ad un programma di manutenzione riduttore. CoreSite, per esempio, uno di più grandi fornitori del centro dati negli Stati Uniti, ha attaccato al suo programma regolare, Anthony Hatzenbuehler, VP senior delle operazioni del centro dati a CoreSite, ha detto il DCK.

«Abbiamo ridotto il numero di assunzione di personale del quello di personale realmente entriamo in centro dati, altrettanto dei nostri colleghi abbia nell'industria, ma ancora stiamo mantenendo il nostro programma di manutenzione,» ha detto. «Abbiamo chiesto che i venditori a, lavorano ovviamente con noi sul protocollo che deve accadere, distanziare sociale e così via.»

CoreSite tiene abbastanza combustibile del generatore sul sito alle sue facilità per i periodi predefiniti, ma non dirige l'inventario basato sui calendari, Hatzenbuehler dei pezzi di ricambio ha spiegato. I pezzi di ricambio tenuti sul sito comprendono UPS e le parti del generatore, ma le più grandi riserve sono solitamente delle componenti meccaniche, ha detto.

Hatzenbuehler ha detto che i venditori CoreSite sta parlando con non hanno dato alla società la ragione per preoccupazione circa disponibilità futura dei pezzi di ricambio. Alcuni venditori, disse, erano che riconoscenti a CoreSite per la conservazione del suo programma di manutenzione regolare. Quello è uno meno cliente che dovranno aggiungere al loro lavoro arretrato quando l'attività prevista degli operatori di centro dati con la richiesta repressa di manutenzione accade.

Schneider Electric e Vertiv, due di più grandi fornitori del mondo di potere del centro dati e dell'attrezzatura di raffreddamento dell'infrastruttura, hanno rifiutato di commentare per questa storia.

Da pandemia all'endemico

Chris Brown, CTO dell'istituto Uptime, che sta esaminando la sua rete degli operatori di centro dati, ha detto che un altro risultato potenziale di eseguire i centri dati il modo ora sono fatti funzionare per un periodo esteso potrebbe essere nuove abitudini istituzionali.

«Se ancora stiamo occupando di questo — Dio ce ne scampi e liberi — nel febbraio 2021, mentre ancora aspettiamo un vaccino per ottenere sviluppata, quindi può diventare la nuova norma, perché le gente non gradiscono il cambiamento,» Brown ha detto il DCK.

Brown crede che la gente in tutta la linea di affare resista al cambiamento per più di una briciola di tempo. Una volta che i protocolli temporanei sono sollevati, le norme e le pratiche si rompono solitamente di nuovo ai loro vecchi modelli esperti. Ma ad un certo punto, in assenza segnale «di un tutto il chiaro», quei modelli temporanei si trasformano in «nel nuovo normale.» Effettivamente, le circostanze storicamente hanno considerato intollerabile almeno si trasformerebbero in se non interamente in comodo esperto. I comportamenti in primo luogo riservati ad una pandemia diventerebbero ironicamente endemici.

Esempio calzante: Alcuni dei clienti del Uptime hanno commutato a fornire le loro facilità di personale con meno, il personale più minore, indossante le camme del casco che le collegano ai redattori senior fuori dal sito. Gli anziani possono poi guidare i junior con le procedure di manutenzione e della riparazione in cui non possono altrimenti essere esperti.

Questa pratica potrebbe continuare una volta la crisi è più «se restiamo in questo modo che lungamente, perché avreste certa storia della pista,» Brown ha detto. Più presto gli operatori usciranno del modo corrente, meno probabile la pandemia è di determinare «i cambiamenti sostanziali e a lungo termine nel comportamento. La gente si dirà, “abbiamo ottenuto fortunati ed abbiamo ottenuto vicino per cinque mesi. “Se gli rendete 12, 14 mesi, avete più storia della pista da stare bene con.»

Danny Lane, il VP senior della realtà di Digital per le operazioni globali, ha detto che il suo gruppo attivamente stava ricercando affinchè i modi implementasse l'automazione e perfino il AI per fare gli esseri umani del lavoro fa oggi. «Abbiamo i programmi di R & S attivi che valutiamo il AI e capacità di ml per migliorare organizzazione dei workstreams e per fornire i nostri esperti tecnici dell'analisi dei dati migliore di dati con un fuoco sul lavoro più astuto, non più magro,» ha detto il DCK.

Tali adattamenti, presupponenti sono scoperti, molto probabilmente diventerebbero permanenti. Tuttavia, sostituire gli ingegneri meccanici del su personale con il personale minore fornito di camme del casco non sarà un'opzione, il vicolo ci ha detto.

I limiti di resilienza

In tutta l'economia, i cambiamenti comportamentistici fondamentali fra i consumatori si alterano, se non remake, catene di fornitura. Se gli operatori di centro dati finalmente accettano il mindset di emergenza come la nuova norma Brown del Uptime e – ha detto che alcuni di loro potrebbero fare che non appena luglio – aprissero la strada per un modello di consumo molto più conservatore, con i cicli di vita degli apparecchi e della componente ha esteso e facilità che imparano fare più con di meno. I cicli di vita più lunghi hanno potuto condurre alla decelerazione di innovazione. L'investimento di capitali facilità della sostituzione e nelle nuove che sono più di meno di critico sarebbe accantonato indefinitamente.

Se c'è una tal cosa come consenso nel contesto dell'analisi pandemica, qui è dove le cose stanno oggi: I centri dati già hanno fatto gli adattamenti alle loro politiche di supply chain management che dovrebbero permettere loro di rimanere fino a maggio ragionevolmente funzionali. Da ora a luglio, o forse non appena giugno, facilità non può potere conservare le ridondanze dovrebbero sostenere i guasti o i guasti di attrezzatura. Da ora a settembre, tali guasti potrebbero cominciare emergere ed i livelli di servizio potrebbero cominciare precipitarsi.

«Una delle cose che succederanno, dato abbastanza tempo è un più alto tasso di guasti,» i3 Ansett ha rilevato. «La causa di molti di quei guasti non sarà appena questa scarsità delle parti — infatti, quello può risultare essere il minimo dei nostri problemi. Non sarei sorpreso scoprire che molti sistemi sono venuto a mancare perché non sono stati provati correttamente e non incaricato stati, o che non sono progettato stati correttamente in primo luogo. Sto suonando come il profeta della sorte avversa, ma mi trovo giù questa strada. E quelle sono le conseguenze.»